Argomenti di tendenza

Commodities

Un mercato fisico o virtuale per acquistare, vendere e scambiare prodotti grezzi o primari. Ai fini degli investitori ci sono attualmente circa 50 principali mercati delle materie prime in tutto il mondo che facilitano il commercio degli investimenti in quasi 100 materie prime. Le materie prime sono divise in due tipi: beni duri e morbidi. Le materie prime dure sono in genere risorse naturali che devono essere estratte o estratte (oro, gomma, olio, ecc.), Mentre le materie prime morbide sono prodotti agricoli o bestiame (mais, grano, caffè, zucchero, soia, maiale, ecc.). modi per investire in materie prime. Un investitore può acquistare azioni in società il cui business si basa su prezzi di materie prime, o acquistare fondi comuni di investimento, fondi indicizzati o fondi negoziati in borsa (ETF) che si concentrano su società legate alle materie prime. Il modo più diretto di investire in materie prime è l'acquisto in un contratto a termine.

ETF - Fondo negoziato in borsa

Un ETF, o exchange traded fund, è un titolo negoziabile che traccia un indice, una merce, obbligazioni o un paniere di attività come un fondo indicizzato. A differenza dei fondi comuni di investimento, un ETF opera come uno stock comune in una borsa. Gli ETF subiscono variazioni di prezzo nell'arco della giornata man mano che vengono acquistati e venduti. Gli ETF in genere hanno una liquidità giornaliera più elevata e commissioni inferiori rispetto alle quote dei fondi comuni, rendendoli un'alternativa attraente per i singoli investitori.

Poiché negozia come un titolo, un ETF non ha il suo valore patrimoniale netto (NAV) calcolato una volta alla fine di ogni giorno come fa un fondo comune di investimento.

Indici

Un indice è una misura statistica del cambiamento in un'economia o in un mercato mobiliare. Nel caso dei mercati finanziari, un indice è un portafoglio immaginario di titoli che rappresentano un particolare mercato o una parte di esso. Ogni indice ha una propria metodologia di calcolo e di solito è espresso in termini di un cambiamento da un valore di base. Pertanto, la variazione percentuale è più importante del valore numerico effettivo.

Gli indici azionari e obbligazionari sono utilizzati per la costruzione di fondi comuni indicizzati e fondi negoziati in borsa (ETF) i cui portafogli rispecchiano i componenti dell'indice.

Alcuni indici sono negoziati su base a termine. Hanno una data di scadenza in cui tutte le posizioni aperte vengono automaticamente chiuse, indipendentemente dal prezzo in quel particolare momento. Sono inoltre caratterizzati da elevata volatilità e diffusione fluttuante.

Sulla piattaforma Merit Forex MT4, uno degli indici più scambiati è il DAX 30 tedesco. Comprende le 30 maggiori società quotate alla borsa di Francoforte. Data la sua popolarità, è anche possibile scambiare l'indice come un futuro. Anche se le società sono esattamente le stesse, i due indici sono diversi, poiché il futuro rappresenta le aspettative degli investitori sui valori futuri, mentre l'indice riflette il prezzo corrente.

Il day trading consiste nell'acquistare e vendere gli stessi titoli entro un giorno. Non sta investendo, di per sé, ma capitalizzando i movimenti dei prezzi trovati in un periodo di 24 ore e facendo soldi in questo modo.

Lo swing trading cerca di acquisire guadagni in uno strumento finanziario all'interno di una riserva overnight a diverse settimane. I commercianti dell'oscillazione utilizzano normalmente l'analisi tecnica per cercare azioni con una dinamica dei prezzi a breve termine.

Vantaggi del Day Trading

- Il potenziale per realizzare profitti consistenti: il più grande richiamo del trading giornaliero è il potenziale per profitti spettacolari. Ma questo maggio è solo una possibilità per il raro individuo che possiede tutti i tratti - come la decisione, la disciplina e la diligenza - richiesto diventando un trader di successo.
- Sii il capo di te stesso: il day trader lavora da solo, indipendentemente dai capricci delle grandi aziende. Può avere un orario di lavoro flessibile, prendere il tempo libero ogni volta che è necessario e lavorare secondo i suoi ritmi, a differenza di qualcuno sul tapis roulant aziendale.
- Mai un momento di noia: i commercianti di giorno da lungo tempo amano il brivido di mettere la loro intelligenza contro il mercato e gli altri professionisti giorno dopo giorno. La scarica di adrenalina derivante dal trading a fuoco rapido è qualcosa a cui molti trader non ammettono, ma è un fattore importante nella loro decisione di guadagnarsi da vivere facendo trading, rispetto a passare le giornate a vendere widget o a spendere cifre in un ufficio.
- Educazione costosa non richiesta: per molti lavori in finanza, avere la laurea giusta dall'università giusta è un prerequisito solo per un colloquio. Il trading giornaliero, al contrario, non richiede un'educazione costosa da una scuola Ivy League. Anche se non ci sono requisiti formali per diventare un day trader (vedi i migliori corsi di laurea per day trader), i corsi di analisi tecnica e trading computerizzato possono essere molto utili.
- Prestazioni per il lavoro autonomo: in quanto lavoratore autonomo, un commerciante di giornata può ammortizzare determinate spese a fini fiscali, che non possono essere reclamate da un lavoratore subordinato.

Vantaggi dello Swing Trading

- Non deve essere il tuo lavoro a tempo pieno: chiunque abbia la conoscenza e il capitale di investimento può provare lo swing trading. A causa dei tempi più lunghi (da giorni a settimane anziché minuti e ore), le operazioni non devono essere costantemente monitorate. Uno swing trader può anche mantenere un lavoro a tempo pieno separato (purché non stia controllando gli schermi di trading tutto il tempo al lavoro).
- Potenziale di profitti significativi: le negoziazioni generalmente hanno bisogno di tempo per allenarsi, e mantenere un trade aperto per alcuni giorni o settimane può portare a profitti più alti del trading dentro e fuori la stessa sicurezza più volte al giorno.
- Monitoraggio costante non richiesto: lo swing trader può impostare le perdite di arresto in posizione. Mentre c'è il rischio che uno stop venga eseguito a un prezzo sfavorevole, batte il costante monitoraggio di tutte le posizioni aperte che sono una caratteristica del day trading.
- Meno stress e rischio di burnout: Poiché lo swing trading è raramente un lavoro a tempo pieno, c'è molta meno possibilità di esaurimento attraverso lo stress. I commercianti dell'oscillazione hanno solitamente un lavoro regolare o altra fonte di reddito da cui possono compensare o mitigare le perdite commerciali.
- Investimento costoso non richiesto: lo swing trading può essere fatto con un solo computer e strumenti di trading convenzionali. Non richiede l'avanzata tecnologia del day trading.

Forex (o FX) significa valuta estera. Cosa comporta esattamente questo? Scambiare una valuta per un'altra - è così semplice. Con un giro d'affari giornaliero di oltre 5 trilioni di dollari USA, il mercato Forex è il più grande mercato finanziario del mondo. A titolo di confronto, la Borsa di New York ha solo 22,4 miliardi di dollari USA come volume medio giornaliero di scambi.

Quando posso scambiare il Forex?

Il mercato forex è aperto per 24 ore, 5 giorni alla settimana - dal lunedì al venerdì. Il trading inizia con l'apertura del mercato in Australia e continua in Asia e in Europa, seguiti dagli Stati Uniti fino alla chiusura dei mercati.

Come faccio a fare trading sul Forex?

Generalmente, gli investitori e gli investitori acquistano (posizione lunga) lo strumento finanziario quando pensano che il valore di esso aumenterà o venderà (posizione corta) quando l'aspettativa per il valore diminuirà. I commercianti di Forex fanno entrambi contemporaneamente. Ad esempio, l'apertura di una posizione lunga sulla coppia di valute EUR / USD significa acquistare euro e vendere dollari statunitensi allo stesso tempo.

Nella coppia di valute, la valuta a sinistra è chiamata valuta BASE. Questa è la valuta che desideri acquistare o vendere; quello a destra è la valuta QUOTE, ed è quello che usi per effettuare la transazione.

Quali sono le valute più popolari?

I cosiddetti "The Majors" sono le valute più pesantemente scambiate: EUR (Euro), USD (Dollaro USA), JPY (Yen Giapponese), GBP (Sterlina britannica), AUD (Dollaro australiano) e infine CHF (Franco svizzero) .

Cos'è "Pip"?

PIP è un termine molto comunemente usato per i commercianti di forex e sta per "Punto di interesse del prezzo" .Questa è l'unità di misura di base e più importante nel forex .PIP di solito si riferisce alla quarta cifra dopo il punto decimale nel prezzo di una coppia di valute .

Cos'è una "diffusione"?

Spread è la commissione di transazione durante il trading su valute. Il broker esegue uno scambio a un prezzo di acquisto leggermente più alto e un prezzo di vendita inferiore al tasso di mercato effettivo. Pertanto, la differenza tra il prezzo di vendita (bid) e il prezzo di acquisto (ask) è denominata spread e viene misurata in PIP.

Cos'è una "leva"

La leva consente ai singoli investitori di operare sul mercato Forex senza un capitale elevato. Merit Forex offre ai trader leva fino a 400 su coppie di valute. Ciò significa che il saldo del conto del trader viene moltiplicato per 400 per aprire una posizione di trading. Senza leva il trader deve avere almeno $ 100.000 sul conto per aprire una transazione di 1 lotto. Con un effetto leva di 100 sul conto come esempio, il trader può acquistare 1 lotto di una valuta con solo $ 1000.

Controlla il glossario completo qui Glossario

Registrati ora per ottenere il Personal Coach per l'istruzione professionale Forex Account reale.

L'analisi fondamentale è utile per prendere decisioni di trading. Sul mercato FOREX, è principalmente influenzato da indicatori economici come la politica monetaria nazionale e le previsioni finanziarie, nonché dichiarazioni della banca centrale.

I sostenitori dell'analisi fondamentale affermano che la situazione economica di un paese è sufficiente per determinare il movimento del suo valore valutario. Pertanto, un brusco cambiamento di un indicatore economico avrà un effetto a catena sul mercato finanziario. Questo punto di vista si applica anche al valore di borsa, che si ritiene sia influenzato dalla performance dell'azienda, dal piano aziendale e dalle condizioni finanziarie. I prezzi delle azioni dipendono anche dalle dichiarazioni del presidente o amministratore delegato della società in merito alle prospettive finanziarie della società, nonché sui rapporti finanziari trimestrali.

Tutti questi fattori economici influenzano certamente il mercato, sebbene i loro effetti siano in gran parte a breve termine. Dopo la pubblicazione di notizie importanti o durante una dichiarazione del presidente di una banca centrale, potrebbero esserci alcuni minuti di brusche fluttuazioni di mercato.

Poiché l'oro è uno degli strumenti finanziari più scambiati, l'analisi fondamentale viene utilizzata per prevedere i suoi movimenti di prezzo. Essendo un metallo prezioso, l'oro è generalmente considerato un rifugio sicuro in tempi di crisi e incertezza. Pertanto, quando vengono dati dati sfavorevoli sull'economia globale, e in particolare dagli Stati Uniti, il prezzo dell'oro può aumentare. Esiste una correlazione inversa tra il valore del dollaro USA e quello dell'oro. Se le notizie sull'economia degli Stati Uniti sono positive, il dollaro sale rispetto alle altre principali valute, e l'oro cala. Tuttavia, se la situazione economica negli Stati Uniti si deteriora, è previsto che il prezzo dell'oro aumenti mentre i commercianti cercano investimenti sicuri.

Gli indicatori economici sono pubblicati indipendentemente da ciascun paese, ma sono più o meno gli stessi in natura. Hanno il maggiore impatto sulla valuta del paese che riguardano. A seconda degli strumenti di trading, gli investitori devono monitorare da vicino le notizie che influenzano direttamente le loro posizioni.

Esistono tre possibili livelli di impatto: basso, medio e alto. Gli indicatori economici ad alto impatto hanno il maggiore impatto sui mercati finanziari. Questi includono dichiarazioni di importanti economisti e politici, nonché decisioni e rapporti di politica monetaria emessi dalla banca centrale del paese. Quelle contrassegnate come medie sono importanti dichiarazioni economiche, che hanno meno effetto sui mercati finanziari rispetto a quelle contrassegnate in alto. Quelli etichettati in basso hanno generalmente un impatto minimo sui mercati finanziari.

Altri importanti indicatori considerati dall'analisi fondamentale sono: disoccupazione, inflazione, PIL, bilancia commerciale.

Una diminuzione della disoccupazione significa che la situazione economica del paese è migliorata. Di conseguenza, la valuta nazionale di quel particolare paese dovrebbe aumentare rispetto alle altre valute. Ad esempio, se i dati sulla disoccupazione negli Stati Uniti mostrano una diminuzione della disoccupazione nell'ultimo mese, è probabile che il dollaro USA aumenti di valore rispetto alle altre principali valute. Pertanto, un calo della disoccupazione negli Stati Uniti è un buon segnale per l'acquisto del dollaro USA.

Il livello di inflazione di un paese è misurato dall'indice dei prezzi al consumo (IPC). L'IPC misura il cambiamento di prezzo di una varietà di elementi essenziali di ogni giorno, come cibo, vestiti, affitto e cure mediche.

Un aumento dell'inflazione significa che sono necessari più fondi per acquistare gli stessi beni di consumo nel paese. Ciò significa che se l'IPC aumenta, allora anche la valuta del paese potrebbe aumentare. Ad esempio, se l'inflazione nella zona euro dovesse aumentare, anche la domanda per l'euro crescerà, poiché i consumatori avranno bisogno di più denaro per acquistare gli stessi beni di prima.

Pertanto, un ragionevole aumento dell'inflazione ha un impatto positivo sulla valuta e sull'economia di un paese, poiché stimola la spesa dei consumatori e si traduce in un aumento del prodotto interno lordo (PIL). Una diminuzione dell'inflazione può avere un impatto molto negativo sull'economia di un paese: se i costi sono bassi, le persone in genere limitano le loro spese, aspettandosi che il declino continui.

Il prodotto interno lordo (PIL) misura la produzione totale in un paese o regione per un periodo di tempo. Il PIL può essere stimato utilizzando tre diversi approcci: spesa, reddito e produzione.

Negli Stati Uniti, il PIL rappresenta il valore di mercato di beni e servizi prodotti dalla forza lavoro statunitense negli Stati Uniti. Il PIL è la somma degli investimenti lordi del settore privato; spese per consumi personali, spese per beni e servizi; l'esportazione netta di beni e servizi, l'importo delle esportazioni meno l'importo delle importazioni; e spese governative e investimenti lordi. Ci sono tre versioni del PIL pubblicate ogni mese: preliminari, revisionati e finali.

Nell'Eurozona, il prodotto interno lordo viene calcolato sommando i valori di tutti i beni e servizi prodotti.

Poiché il PIL è una misura della crescita di un'economia, non sorprende che un aumento del PIL abbia un impatto positivo sul valore della valuta di un paese.

In generale, la bilancia commerciale è la differenza tra le esportazioni e le importazioni di un paese. Può anche essere spiegato come l'esportazione netta di beni e servizi. Quando le esportazioni di un paese superano le sue importazioni, c'è un surplus commerciale.

Tuttavia, quando un paese importa più merci di quanto esporti, c'è un deficit commerciale. Le cifre sono indicate nella valuta del rispettivo paese.

Poiché ogni paese dipende dal commercio internazionale, le informazioni relative alla bilancia commerciale di un paese possono fornire una panoramica della crescita economica e delle valutazioni valutarie. Un surplus commerciale porta inevitabilmente ad un aumento del valore della valuta. Ad esempio, se la Germania registra un surplus commerciale, il valore dell'euro aumenterà.

La valuta di un paese dipende in larga misura dalla sua politica monetaria. La politica monetaria è determinata dalla banca centrale di un paese e mira a garantire la stabilità dei prezzi. Ogni volta che una banca centrale aumenta i tassi di interesse, questo è generalmente percepito come un segno di crescita economica. Questo, tuttavia, non è valido in situazioni di inflazione estrema, nota come iperinflazione.

Le principali banche centrali sono:

La Federal Reserve degli Stati Uniti

La Federal Reserve statunitense è responsabile del controllo della disponibilità e del valore del dollaro USA, nonché per assicurare la stabilità del sistema finanziario statunitense.

Banche centrali

La Federal Reserve è stata fondata nel 1913 e controlla le tre componenti della politica monetaria statunitense: operazioni di mercato aperto, tassi di interesse e requisiti di riserva minimi. Il Consiglio dei governatori della Federal Reserve è responsabile della fissazione dei tassi di interesse, che vengono poi applicati alle banche commerciali e alle altre istituzioni finanziarie di deposito, e ai livelli di riserva minimi, ossia i fondi che un'istituzione di deposito deve detenere nelle proprie riserve. Il Federal Open Market Committee (FOMC) è responsabile del monitoraggio dell'acquisto di titoli di stato. Il FOMC è composto da 12 membri che si incontrano otto volte all'anno per discutere di politica monetaria.

Utilizzando questi tre strumenti, la Federal Reserve è in grado di influenzare l'offerta e la domanda del dollaro USA. Ad esempio, un cambiamento nel tasso di interesse di base, il tasso al quale la Federal Reserve presta denaro alle banche commerciali, interessa numerose aree, come i tassi di interesse commerciale, la disponibilità di credito e la disoccupazione.

La Banca centrale europea (BCE)

La Banca centrale europea è responsabile della definizione della politica monetaria all'interno dell'eurozona e del mantenimento della stabilità dell'euro. L'obiettivo della BCE è mantenere i livelli di inflazione al di sotto, ma vicini al 2%.

La BCE ha il diritto esclusivo di emettere banconote all'interno dell'UE e, in quanto unica entità responsabile dell'importo di denaro in circolazione, è responsabile della determinazione delle condizioni di prestito alle banche commerciali. Pertanto, la BCE controlla le condizioni alle quali le banche commerciali commerciano tra loro. Ha anche il potere di fissare i tassi di interesse e, di conseguenza, influenzare i tassi di interesse offerti su prestiti e depositi da parte delle banche commerciali.

Bank of England

La Banca d'Inghilterra è responsabile di mantenere l'inflazione vicina all'obiettivo stabilito dal comitato di politica monetaria. L'obiettivo principale della Banca è garantire la stabilità finanziaria nel Regno Unito. Per fare ciò, mantiene l'inflazione vicina al livello target del 2% e ha il potere di modificare i tassi di interesse in qualsiasi momento.

Bank of Canada

La Banca del Canada (Banque du Canada in francese) controlla la politica monetaria in Canada ed è stata creata per promuovere il benessere economico e finanziario del Canada. Ciò avviene attraverso, tra le cose spesso, alterando il "tasso overnight", il tasso di interesse al quale le istituzioni finanziarie prendono in prestito denaro in una notte prima di ripagarlo, con gli interessi, il giorno dopo. Lo scopo della politica monetaria della Banca è di mantenere un livello stabile di inflazione annuale. Dal 1995, il livello obiettivo di inflazione è stato tra l'1 e il 3%.

Bank of Japan

La Banca del Giappone è responsabile di assicurare la stabilità dello yen giapponese. Attraverso la politica monetaria, può influenzare la quantità di yen in circolazione e i tassi di interesse del paese. Le decisioni sulle modifiche alla politica monetaria del Giappone sono prese durante le riunioni del Consiglio di politica monetaria (MPB). Il governatore della Banca, che è anche presidente del MPB, dà anche una conferenza stampa per fornire dettagli sulle decisioni prese.

Reserve Bank of Australia

La Reserve Bank of Australia (RBA) è, come tutte le altre banche centrali, responsabile delle decisioni di politica monetaria. L'obiettivo principale di RBA è controllare l'inflazione. Le decisioni di politica monetaria sono prese dal Consiglio della Reserve Bank. Tutte le decisioni prese durante l'incontro sono pubblicate sul sito web della Banca. Qualsiasi modifica ai tassi di interesse diventa effettiva il giorno successivo alla riunione.

dichiarazioni

Le dichiarazioni fatte da importanti politici e rappresentanti di istituzioni finanziarie fanno anche parte dell'analisi fondamentale. Le opinioni dei policy maker sullo stato e le prospettive economiche di un paese possono avere un impatto sostanziale sui mercati finanziari. Durante i discorsi, i trader cercano suggerimenti che il mercato possa muoversi in una direzione diversa rispetto alla previsione o per indicazioni sulle future decisioni della banca centrale. Se un tale segnale appare, i mercati possono diventare estremamente volatili?

Le banche centrali delle principali economie del mondo hanno il potere di influenzare in larga misura i mercati finanziari globali. Un esempio di ciò è la crisi finanziaria globale del 2008. L'8 ottobre 2008, le banche centrali degli Stati Uniti, del Regno Unito, dell'Eurozona, del Canada, della Cina, della Svizzera e della Svezia hanno tagliato i tassi di interesse per combattere le conseguenze degli crisi. Successivamente, hanno ridotto ulteriormente i tassi di interesse a quasi lo 0% e hanno investito ingenti somme per sostenere le economie in crisi. I pacchetti di stimoli, chiamati "allentamento quantitativo", consistevano in acquisti di obbligazioni. Queste azioni senza precedenti hanno contribuito a preservare il sistema finanziario, innescando anche movimenti significativi nei mercati finanziari.

Situazione geopolitica

I mercati finanziari dipendono anche dalla situazione geopolitica globale. L'incertezza geopolitica normalmente spinge gli investitori a optare per attività sicure, come l'oro. Durante i periodi di tensione politica e le minacce militari, di solito c'è un salto nel prezzo dell'oro.

I metalli preziosi e lo yen giapponese sono comunemente considerati paradisi sicuri per gli investitori. In tempi di crisi, è normale vedere un calo nella coppia di valute USD / JPY, mentre l'USD si apprezza rispetto a tutte le altre principali valute. È anche normale assistere a un declino generale del mercato azionario.

Gli eventi geopolitici possono anche avere un impatto sul prezzo delle materie prime. Ad esempio, le tensioni in Medio Oriente, dove si trovano la maggior parte dei produttori di petrolio, minaccia tipicamente le forniture e, quindi, porta ad un aumento del prezzo del petrolio.

I disastri naturali sono un altro fattore che influenza il mercato. Un recente esempio è il terremoto e il conseguente disastro nucleare, vicino a Fukushima, in Giappone. La crisi ha portato ad un forte aumento dello yen. Ciò ha indotto la Bank of Japan a concludere un accordo con altre banche centrali, in base al quale hanno acquistato euro e venduto yen giapponesi per ridurre il valore dello yen e alleviare le conseguenze negative del disastro.

Leva - La leva è il rapporto tra la quantità necessaria per aprire una posizione e la sua quantità effettiva. In sostanza, questo significa che puoi usare meno denaro di quanto la transazione normalmente richiederebbe. Merit Forex offre una leva di 1: 400 per coppie di valute, il che significa che ogni £ 1 di deposito ha un valore potenziale di £ 400.

Esempio: pertanto, se depositi £ 500, puoi scambiare con £ 100.000 (deposito di 500 x leva di 1: 200 = 100.000). L'utilizzo della leva offre ai trader l'opportunità di ottenere un risultato migliore con fondi limitati, mentre le perdite potenziali sono limitate all'importo depositato.

Fai leva con Merit Forex per diversi strumenti:

Azioni e ETF 1:20
Indici materie prime 1:50
Valute 1: 400
Crypto Currencies 1:20

Margine –Il margine è l'importo che ti consente di aprire una posizione il cui valore è maggiore del tuo deposito. Un requisito di margine dello 0,5% significa che è necessario solo lo 0,5% dell'importo totale negoziato per aprire una posizione. Ad esempio, se si desidera aprire una posizione con £ 10.000, è sufficiente coprire lo 0,5% di tale importo (per il requisito di margine dello 0,5%), ovvero £ 50. Questo importo è bloccato e non può essere utilizzato finché il commercio rimane aperto.

Tasso di cambio - Un tasso di cambio è il prezzo corrente di una valuta espressa in un'altra. Ad esempio, il prezzo di un euro in dollari USA. Un cambio EUR / USD di 1,0950 significa che per ogni euro devi pagare 1,0950 dollari. I tassi di cambio fluttuano costantemente in risposta allo stato attuale del mercato.

Tariffe 'Compra' e 'Vendi' - Ogni strumento finanziario ha due prezzi: un prezzo "compra" e un prezzo "vendita". Il prezzo di "vendita" è sempre inferiore a quello di "acquisto". Se ritieni che il prezzo di uno strumento aumenti, utilizza la tariffa "compra" e viceversa per la tariffa "vendi". La differenza tra i due prezzi è nota come diffusione.

Diffusione - Lo spread è la differenza tra i prezzi "buy" e "sell". Lo spread è, in sostanza, la commissione che i commercianti pagano al broker per aver aperto una posizione per loro conto

CFD "Contratto per differenza" è una transazione con uno strumento finanziario che esprime il diritto di utilizzare solo la differenza del prezzo di mercato al fine di ottenere profitto. Il cliente non riceve il prodotto in realtà. Solo lui usa l'opportunità di comprare e vendere quando il prezzo si sta muovendo.

lotto - una quantità specifica di uno strumento finanziario che può essere scambiato. Ogni azienda determina ciò che dovrebbe essere. Ad esempio, con Merit Forex 1 lotto per Forex è 100 000 unità.

Quantità minima - La quantità minima è la quantità più piccola che può essere scambiata. Ogni broker determina la propria quantità minima; ad esempio, su Merit Forex, la quantità minima per le coppie di valute è di 0,01 lotti (1.000 unità).

Pip (percentuale in punto) - Un pip è un'unità di variazione dei tassi di cambio. Un pip è la quarta cifra dopo il punto in tassi di cambio ed è uguale a 0,0001. Nelle transazioni che coinvolgono lo yen giapponese, è pari a 0,01, in quanto le quotazioni JPY hanno solo due posizioni decimali anziché le solite quattro. Ad esempio, se il prezzo della coppia di valute EUR / USD sale da 1,0950 a 1,0953, l'aumento è di tre pip (0,0003). Con una coppia di valute che coinvolge lo yen giapponese, come USD / JPY, se il prezzo scende da 102.11 a 102.01, la diminuzione è di 10 pips (0.10).

Liquidità - Un mercato liquido è un mercato in cui molti partecipanti conducono un numero elevato di transazioni. Maggiore è il numero di transazioni, più liquido è il mercato. Un mercato liquido consente ai trader di eseguire le transazioni più velocemente, in quanto vi sono molti acquirenti e venditori.

Volatilità - La volatilità è una misura dei cambiamenti nel prezzo di uno strumento nel tempo. Più cambi di prezzo di uno strumento, più il mercato è volatile.

Cambio del rateo d'interesse - Interest rate swap è una piccola somma di denaro addebitata o ricevuta per mantenere aperta una posizione durante la notte. Alle 22:00 (GMT), le posizioni vengono trasferite da un giorno all'altro e l'importo viene addebitato o ricevuto. Dipende principalmente dai tassi di interesse di base dei paesi di cui le posizioni coinvolgono le valute. Lo swap del tasso di interesse può essere positivo o negativo, nel senso che può essere aggiunto o prelevato dall'importo; questo dipende principalmente dalla direzione del commercio - che tu abbia comprato o venduto.

Conto islamico - un tipo di account che è libero da swap

Tendenza - Una tendenza è la direzione del movimento del mercato. Se il prezzo di uno strumento aumenta per un periodo di tempo prolungato, significa che c'è una tendenza al rialzo. Al contrario, se il prezzo cade per un periodo prolungato, la tendenza è al ribasso. Se il prezzo non sale né scende né scende, si dice che il mercato stia andando, il che significa che non c'è una chiara tendenza al rialzo o al ribasso.

Correzione - Una correzione è un breve cambiamento nella direzione del mercato rispetto alla tendenza prevalente. Ad esempio, se uno strumento finanziario è aumentato del prezzo e poi cade improvvisamente per un breve periodo di tempo prima di continuare la sua tendenza al rialzo, questa breve diminuzione è nota come correzione.

Grafico a barre - Un tipo di grafico in cui la parte superiore della linea verticale indica il prezzo più alto e il fondo - il prezzo più basso in un determinato periodo. Il prezzo di chiusura viene visualizzato sul lato destro della barra e il prezzo di apertura - sul lato sinistro della barra.

Grafico a candele - Un'immagine grafica che mostra il movimento di uno strumento finanziario per un periodo di tempo, inclusi l'apertura, la chiusura, il prezzo più alto e il prezzo più basso. Il "corpo" del candelabro è formato dal prezzo di apertura e chiusura, e il suo colore dipende dal fatto che il prezzo di chiusura sia più alto o più basso del prezzo di apertura. Conosciuto anche come "candelabro giapponese".

scalping - Lo scalping è una strategia utilizzata da alcuni trader FOREX e consiste nell'acquistare o vendere uno strumento finanziario per un breve periodo di tempo nella speranza di un risultato rapido.

Commodities - Includono cibo, cereali e metalli che gli investitori acquistano o vendono, di solito tramite contratti futures. I preferiti sono oro, petrolio e gas.

Futures - Un contratto standardizzato per la consegna di merci, azioni, valuta o indici a un prezzo fisso e tempo in futuro

Equities - Queste sono azioni o azioni che sono pubblicate dalle società più grandi in un particolare paese. Le persone che commerciano con titoli azionari sono trader a lungo termine e per fare ciò dovrebbero investire molto più denaro.

indici - L'indice è un portafoglio immaginario di azioni / azioni che rappresentano un particolare mercato o una parte di esso. Sta presentando l'economia di un paese e potresti seguire lo sviluppo interno dal prezzo dell'indice.

Broker - Una società o una persona che agisce da intermediario tra il venditore e l'acquirente in cambio di alcune commissioni. Nella maggior parte dei casi, è richiesta una licenza.

Broker ECN - Una società che fornisce accesso diretto al mercato finanziario attraverso i conti ECN. Significa che gli spread sono più severi rispetto ai conti classici. Di solito i clienti pagano commissioni per il trading attraverso un account ECN.

Broker STP - Una società che non negozia contro l'interesse dei clienti. Questo tipo di broker inoltra tutte le posizioni / transazioni dei clienti in una società più grande o in una banca al fine di soddisfare i profitti di tutti i clienti. Il broker STP non comporta rischi per il risultato delle negoziazioni dei clienti.

Creatore di mercato - Una società che non è obbligata a inoltrare le posizioni dei clienti. Spetta al broker se farlo o meno. Trasporta il rischio per il risultato delle operazioni dei clienti.

Chiamata di margine - La richiesta di un broker al commerciante di depositare denaro o titoli aggiuntivi quando l'importo ha raggiunto il margine minimo di manutenzione.

Fermati - Il momento in cui tutte le posizioni aperte sono chiuse a causa di margini insufficienti. Il livello di Stop out con Merit Forex è pari al 10% del margine,

Ordine di mercato - Un ordine di acquistare o vendere uno strumento finanziario al miglior prezzo corrente disponibile.

Ordine in attesa - Un ordine di acquistare o vendere uno strumento finanziario a un prezzo specifico in futuro.

Stop loss order - Un ordine pendente che determina il prezzo per l'acquisto o la vendita di un dato strumento finanziario in una direzione opposta alla posizione aperta, al fine di minimizzare la perdita.

Prendi l'ordine di profitto - Un ordine pendente che determina il prezzo per l'acquisto o la vendita di un determinato strumento finanziario nella direzione della posizione aperta, al fine di realizzare un profitto.

slittamento - eseguire l'ordine ad un tasso diverso da quello richiesto.

Posizioni lunghe - posizioni in cui si acquista uno strumento finanziario

Posizioni corte - posizioni in cui vendi uno strumento finanziario

Mercato in rialzo - un mercato in cui il prezzo aumenta

Mercato orso - un mercato in cui il prezzo diminuisce

Prezzo di offerta - questo è il prezzo di vendita

Chiedere il prezzo - questo è il prezzo di acquisto

I governi federale e statale hanno una miriade di agenzie che regolano e sorvegliano i mercati finanziari e le società. Queste agenzie hanno ciascuna una gamma specifica di compiti e responsabilità che consentono loro di agire indipendentemente l'una dall'altra mentre lavorano per raggiungere obiettivi simili. Sebbene le opinioni varino sull'efficienza, sull'efficacia e persino sulla necessità di alcune di queste agenzie, ciascuna di esse è stata progettata con un obiettivo in mente e sarà probabilmente presente per qualche tempo.

Con questo in mente, il seguente articolo è una revisione completa di ciascun ente normativo.

Australian Securities and Investments Commission (ASIC)

L'ASIC è un ente governativo indipendente del Commonwealth istituito dalla Australian Securities and Investments Commission Act (ASIC ACT). L'ASIC Act richiede l'ASIC per:

- Mantenere, facilitare e migliorare le prestazioni del sistema finanziario;
- Promuovere la partecipazione sicura e informata degli investitori;
- Amministrare e far rispettare la legge in modo efficace ed efficiente
- Elabora e archivia le informazioni in modo efficiente e rapido;
- Rendere pubbliche le informazioni riguardanti aziende e altri enti in modo tempestivo.

Commissione per i titoli e gli scambi di Cipro (CYSEC)

CySEC è l'agenzia di regolamentazione finanziaria di Cipro (Cyprus Securities and Exchange Commission). Gli intermediari autorizzati dalla CySEC rientrano nella normativa europea MiFID, il che significa che sono qualificati per operare nei paesi dell'UE - il che è positivo per i broker, ovviamente, ma anche per gli operatori commerciali, perché richiede ai broker autorizzati di aderire a tutti i regolamenti UE pertinenti . La principale missione di CySEC è la protezione degli investitori e i broker regolamentati devono soddisfare una serie di criteri per diventare e rimanere autorizzati. Ci sono strutture disciplinari in atto per far rispettare le regole e sanzioni severe per la mancata aderenza.

Germania - Autorità federale di vigilanza finanziaria (BaFin)

L'autorità federale di controllo finanziario (tedesco: Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht) meglio conosciuta con la sua abbreviazione BaFin è l'autorità di regolamentazione finanziaria per la Germania. È un'istituzione federale indipendente con sede a Bonn e Francoforte e rientra sotto la supervisione del Ministero federale delle finanze (Germania). BaFin supervisiona circa 2.700 banche, 800 istituti di servizi finanziari e oltre 700 imprese di assicurazione.

Belize - Commissione internazionale dei servizi finanziari

L'International Financial Services Commission (IFSC) è l'agenzia governativa Belize responsabile della regolamentazione finanziaria. È responsabile della regolamentazione di tutti i partecipanti ai mercati finanziari, degli scambi e della definizione e applicazione dei regolamenti finanziari. Il numero di broker di trading online internazionali ottiene la licenza internazionale da IFSC.

L'IFSC è stata fondata in Belize nel 1999. L'obiettivo della Commissione è la concessione di licenze a società finanziarie, nonché il controllo e la supervisione di tutte le imprese regolamentate per vincolare tutte le esigenze dei servizi finanziari internazionali alla loro attività. L'IFSC è regolato dalla legge della Commissione sui titoli e sui servizi finanziari internazionali del Ministero del Belize. L'IFSC opera su un codice di condotta speciale, che ha lo scopo di aumentare notevolmente il livello dei servizi forniti dalla società con licenza ai sensi della Commissione internazionale dei servizi finanziari.

Nuova Zelanda - Financial Markets Authority (FSP)

Relativamente nuovo arrivato nell'insediamento mondiale di enti governativi che sovrintendono società di servizi finanziari, il registro dei fornitori di servizi finanziari della Nuova Zelanda (FSP neozelandese) è stato istituito nell'ultima parte del 2010, quando ha iniziato ad accettare le domande di registrazione. Ciò ha aperto grandi possibilità per i broker OTC non regolamentati, nonché nuove start-up con un interesse nella regione Asia / Pacifico (APAC) per maturare la fiducia dei clienti in un territorio rispettato senza burocrazia e tempistiche solitamente associate alla richiesta di regolamento all'interno di altri Paesi occidentali.

Financial Conduct Authority (FCA)

Il regolatore del settore dei servizi finanziari nel Regno Unito. La Financial Conduct Authority (FCA) ha l'obiettivo strategico di assicurare che i mercati rilevanti nel Regno Unito funzionino bene. Ha tre obiettivi operativi a sostegno di questo obiettivo strategico: proteggere i consumatori, proteggere e migliorare l'integrità del sistema finanziario britannico e promuovere una sana concorrenza tra i fornitori di servizi finanziari nell'interesse dei consumatori. È stato istituito dalla legge sui servizi finanziari che è entrata in vigore il 1 aprile 2013.

ASSOCIAZIONE FUTURES NAZIONALE (NFA)

L'organizzazione indipendente di autoregolamentazione per il mercato dei futures negli Stati Uniti. L'iscrizione alla NFA è obbligatoria per tutti i partecipanti al mercato dei futures, garantendo al pubblico degli investitori che tutte le aziende, gli intermediari e i collaboratori che intrattengono rapporti commerciali con gli Stati Uniti sui mercati esteri devono rispettare gli stessi standard elevati di condotta professionale. La NFA opera senza alcun costo per il contribuente, in quanto è finanziata esclusivamente da quote associative pagate dai membri e commissioni di valutazione pagate dagli utenti dei mercati a termine. La sede nazionale è a Chicago e c'è un ufficio a New York.)

Autorité de Controle Prudentiel (Francia) (ACPR)

L'Autorità francese di vigilanza prudenziale e risoluzione [1] (Autorité de contrôle prudentiel et de résolution - ACPR) è un'autorità amministrativa indipendente che controlla le attività delle banche e delle compagnie di assicurazione in Francia. Opera sotto gli auspici della banca centrale francese, Banque de France.

La Comisión Nacional del Mercado de Valores (CNMV) è l'agenzia incaricata di supervisionare e ispezionare i mercati azionari spagnoli e le attività di tutti i partecipanti in quei mercati.

CNMV è stato creato dalla Securities Market Law, che ha avviato riforme approfondite di questo segmento del sistema finanziario spagnolo. La legge 37/1998 ha aggiornato la suddetta legge e ha stabilito un quadro normativo pienamente in linea con i requisiti dell'Unione europea e favorisce lo sviluppo dei mercati azionari europei.

Il mercato azionario è il mercato in cui le azioni di società quotate sono emesse e negoziate attraverso borse o mercati over the counter. Conosciuto anche come mercato azionario, il mercato azionario è una delle componenti più vitali di un'economia di libero mercato, in quanto fornisce alle società l'accesso al capitale in cambio di una fetta di proprietà degli investitori. Il mercato azionario consente di far crescere piccole somme di denaro iniziali in grandi, e di diventare ricchi senza correre il rischio di avviare un'impresa o di fare sacrifici che spesso accompagnano una carriera ben pagata.

Dividendi: Un dividendo rappresenta la distribuzione del profitto tra gli azionisti. Poiché la piattaforma Merit Forex PRO offre trading con CFD, i trader che hanno acquistato azioni di una società che emette successivamente un dividendo non riceveranno alcun profitto aggiuntivo, sebbene il pagamento del dividendo verrà aggiunto al proprio account. Questo perché ogni volta che viene pagato un dividendo, il prezzo delle azioni della società diminuisce del valore stimato di detto dividendo. Quindi, non c'è un cambiamento generale.

Se gli investitori hanno una posizione corta aperta quando una società decide di pagare un dividendo, saranno automaticamente detratti dal proprio conto, a seconda del numero di azioni vendute. Tuttavia, poiché il prezzo cadrà dopo che il dividendo è stato distribuito, non ne guadagnerà né ne perderà.

Ogni società ha la propria politica dei dividendi e la decisione di pagare i dividendi è presa dalla sua direzione.

L'effetto di gennaio: Le grandi società quotate in borsa sono tenute a pubblicare rendiconti finanziari, di solito su base trimestrale. Nell'ultimo trimestre dell'anno, molte aziende, aumentano intenzionalmente le loro spese, al fine di ridurre i profitti. Questa è una misura di elusione fiscale comune, poiché più alto è il profitto, più tasse l'azienda deve pagare. Questa maggiore spesa ha un effetto negativo sul bilancio trimestrale e si traduce in un calo del prezzo delle azioni alla fine dell'anno. In genere, a gennaio i prezzi delle azioni riescono a compensare e addirittura a superare il loro livello di fine anno.

IPO: : Le IPO sono uno dei fenomeni finanziari più elettrizzanti e promettenti disponibili in borsa. Talvolta chiamate offerte pubbliche iniziali - IPO per brevi o solo problemi azionari, spesso producono una volta nella vita un'opportunità di grandi profitti per il ragazzino seduto sul suo divano a casa che acquista una partecipazione nel capitale di una nuova società appena uscita dal mercato stampa.

Operatori di borsa: Individui o entità che si impegnano nel commercio di titoli azionari, o il trasferimento di attività finanziarie in qualsiasi mercato finanziario, per se stessi o per conto di qualcun altro. Operano in qualità di agente, hedger, arbitraggio, speculatore o investitore.

Investitori azionari: Individui o entità che utilizzano il proprio denaro per acquistare titoli azionari, che offrono potenziali profitti remunerativi sotto forma di interessi, entrate o apprezzamenti in valore (plusvalenze).

Investitori azionari: Gli investitori azionari sono i partecipanti al mercato che il pubblico più spesso associa al mercato azionario. Si basano principalmente sull'analisi fondamentale per le loro decisioni di investimento e riconoscono pienamente le azioni azionarie come parti di proprietà dell'azienda. Molti investitori credono nella strategia buy and hold, che, come suggerisce il nome, implica che gli investitori acquisteranno la proprietà azionaria in una società e manterranno tali titoli a lungo termine, generalmente misurati in anni.

Questi investitori, che acquistano azioni di una società a lungo termine con la convinzione che la società abbia solide prospettive future, di solito si preoccupano di due cose:

Valore - Gli investitori devono considerare se le azioni di una società rappresentano un buon valore. Ad esempio, se due società simili negoziano a multipli multipli di guadagno, quella inferiore potrebbe essere il valore migliore perché suggerisce che l'investitore dovrà pagare meno per $ 1 di guadagni quando investe nella società A, rispetto a ciò che sarebbe necessario per guadagnare esposizione a $ 1 di guadagni in società B.

Successo - Gli investitori devono misurare il futuro successo dell'azienda, valutandone la solidità finanziaria e valutando i flussi di cassa futuri.

Entrambi questi fattori possono essere determinati attraverso l'analisi delle dichiarazioni finanziarie della società insieme a uno sguardo alle tendenze del settore. A livello di base, gli investitori possono misurare il valore corrente di una società in relazione alle sue possibilità di crescita futura osservando metriche come il rapporto PEG, ovvero il rapporto tra guadagni di prezzo (valore) e crescita (successo).

Operatori di borsa: I commercianti di azioni sono operatori di mercato, sia singoli che aziende, che acquistano azioni in una società focalizzata sul mercato stesso piuttosto che sui fondamentali della società. Un commerciante di azioni di solito cerca di trarre profitto dalla volatilità dei prezzi a breve termine con scambi che durano da diversi secondi a diverse settimane. Il commerciante di borsa è di solito un professionista. Le persone possono definirsi commercianti / investitori di borsa a tempo pieno o parziale mantenendo le altre professioni.

I mercati coinvolti nel commercio di materie prime sono vantaggiosi per la strategia di un operatore di borsa. Dopotutto, pochissime persone acquistano grano a causa della sua qualità fondamentale: lo fanno per trarre vantaggio dai piccoli movimenti di prezzo che si verificano a seguito dell'offerta e della domanda. I commercianti di azioni in genere si occupano di:

Pattern di prezzo - I commercianti di azioni guarderanno alla storia passata dei prezzi nel tentativo di prevedere i futuri movimenti di prezzo. Questo è noto come analisi tecnica.

Offerta e domanda - I commercianti sorvegliano da vicino i loro traffici giornalieri per vedere dove si muovono i soldi e perché.

Emozione di mercato - I commercianti giocano sulle paure degli investitori attraverso tecniche come lo sbiadimento, dove scommetteranno contro la folla dopo che avrà luogo una grande mossa.

Supporto commerciale - I market maker (uno dei più grandi tipi di trader) sono effettivamente ingaggiati per fornire liquidità attraverso il trading rapido.

In definitiva, sono i commercianti che forniscono la liquidità per gli investitori e prendono sempre l'altra estremità delle loro operazioni. Sia che si tratti di market making o di sbiadimento, i trader sono una parte necessaria del mercato.

Chiaramente, sia i commercianti che gli investitori sono necessari affinché un mercato funzioni correttamente. Senza i commercianti, gli investitori non avrebbero liquidità attraverso cui acquistare e vendere azioni. Senza gli investitori, i commercianti non avrebbero alcuna base da cui acquistare e vendere. Combinati, i due gruppi formano i mercati finanziari come li conosciamo oggi.

Tipi di scorte:

Un chip blu è una società riconosciuta a livello nazionale, ben consolidata e finanziariamente solida. I chip blu generalmente vendono prodotti e servizi di alta qualità e ampiamente accettati. Le società blue chip sono note per resistere alle flessioni e ad operare proficuamente di fronte a condizioni economiche avverse. Ciò contribuisce a contribuire al loro lungo record di crescita stabile e affidabile.

Un penny stock tipicamente negozia a un prezzo relativamente basso e ha una piccola capitalizzazione di mercato, di solito al di fuori delle principali borse del mercato. Questi titoli sono generalmente considerati altamente speculativi e ad alto rischio a causa della loro mancanza di liquidità, di ampi spread bid-ask, di una piccola capitalizzazione e di un seguito e una divulgazione limitati. Si scambiano spesso al banco attraverso i fogli rosa della banda OTCB.

Probabilmente hai notato che i prezzi degli strumenti si muovono a zigzag, sia verso l'alto, verso il basso o senza una direzione specifica. Dopo un grande aumento, c'è spesso un calo prima che il prezzo recuperi la sua direzione originale. Questo calo temporaneo del prezzo è noto come correzione. Lo stesso accade nella direzione opposta: un forte declino seguito da un piccolo aumento e da un continuo movimento al ribasso dei prezzi. Ad alcuni trader piace concentrarsi e negoziare questi tipi di aggiustamenti usando la sequenza di Fibonacci.

La sequenza di Fibonacci fu scoperta nel 13 ° secolo da Leonardo Fibonacci, un matematico italiano. È basato su una sequenza di numeri, ognuno dei quali è la somma dei due numeri che lo precedono: 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377 , 610, 987, 1597.

L'importanza della sequenza di Fibonacci non risiede nei numeri, ma nel rapporto tra loro. Ogni numero è approssimativamente 1.618 volte maggiore del numero precedente.

Usando la sequenza di Fibonacci, è possibile creare una serie di percentuali diverse. Il più importante di questi è il 61,8%, che è anche noto come "livello d'oro". Questa percentuale si ottiene dividendo un numero nella sequenza per il numero che lo segue. Ad esempio, 21/34 = 0,6176.

Le altre due percentuali principali sono il 38,2%, ottenute dividendo un numero nella sequenza per il numero due posto alla sua destra, ovvero 55/144 = 0,3819 e 23,7%, ottenuto dividendo un numero nella sequenza per il numero tre posti per il suo giusto vale 13/55 = 0,2363.

Separando un movimento di prezzo elevato nei livelli sopra indicati, ci si può aspettare un aggiustamento tra il 38.20% e il 61.80% prima di continuare nella sua direzione originale.

Questi numeri giocano un ruolo importante nel mercato FOREX proprio come fanno in natura. Ad esempio, l'altezza delle piramidi egiziane è del 61,80% della lunghezza della base. La sequenza di Fibonacci può anche essere trovata nella disposizione delle foglie, negli anelli nel tronco di un albero e nella distanza tra i pianeti, così come in molti altri luoghi.

I livelli di supporto e resistenza sono barriere di prezzo che uno strumento ha raggiunto almeno il doppio ma non è riuscito a rompere.

I livelli di supporto sono inferiori al prezzo corrente e agiscono come un freno al movimento verso il basso. Una volta che il prezzo raggiunge il livello di supporto, la pressione dell'acquisto aumenta, un gran numero di commercianti acquista e il prezzo rimbalza. Viceversa, i livelli di resistenza sono superiori al prezzo corrente e fungono da barriera a un continuo aumento dei prezzi. Quando viene raggiunto il livello di resistenza, di solito impedisce qualsiasi ulteriore aumento. Se il livello di resistenza è valido e il prezzo rimbalza, è un buon segnale per i commercianti vendere.

È possibile che i livelli di supporto e resistenza siano orizzontali o inclinati. Per disegnare livelli di supporto e resistenza, sono necessari almeno due punti, i valori più alti o più bassi raggiunti dallo strumento per un periodo di tempo. Quando la linea viene raggiunta per la terza volta, dovresti provare gli effetti di supporto e resistenza, come descritto sopra.

In assenza di una chiara tendenza, è meglio usare il supporto orizzontale e i livelli di resistenza. Ciò ti consentirà di determinare facilmente la fascia di prezzo e di avere una buona idea di quando aspettarti un rimbalzo da questi livelli. Quando il prezzo si avvicina alla linea di supporto, è del tutto normale che il prezzo rimbalzi e continui a muoversi verso il primo livello di resistenza che hai identificato.


Tuttavia, quando la direzione del movimento è ovvia, i livelli di supporto e resistenza si inclinano e si delineano le tendenze. In una tendenza al rialzo, le linee di supporto e resistenza salgono e si basano su due o più punti più bassi o più alti della tendenza. Ogni punto dovrebbe essere più alto di quello precedente. È completamente l'opposto della tendenza al ribasso.

È estremamente importante tracciare questi livelli su un grafico utilizzando un periodo di tempo appropriato per il tuo stile di trading, altrimenti potresti ricevere falsi segnali. Ad esempio, se si preferisce mantenere posizioni a lungo termine, è necessario tracciare i livelli di supporto e resistenza su un grafico di 4 o 1 giorno.

Cosa succede quando i livelli di supporto e resistenza sono interrotti?

Se il livello di supporto viene interrotto durante una tendenza al rialzo, questo è un potenziale segnale per un'inversione della tendenza attuale; è probabile che il prezzo comincerà a diminuire. In questa situazione, è considerata una svolta quando una candela si chiude con il suo corpo sotto la linea. Se c'è una tendenza al ribasso e una candela si chiude con il suo corpo al di sopra del livello di resistenza, allora si presume generalmente che la tendenza al ribasso sta volgendo al termine e che è probabile un aumento del prezzo. Le innovazioni non segnalano solo l'inversione di tendenza, ma possono anche confermare la tendenza attuale. Ad esempio, se il prezzo di uno strumento aumenta e raggiunge un forte livello di resistenza, un potenziale passo avanti dimostrerà che l'aumento continuerà. Viceversa, quando un prezzo al ribasso sfonda un livello di supporto stabile, il declino continuerà.

La previsione dei movimenti dei prezzi e delle tabelle di lettura consente di comprendere e conoscere meglio l'andamento dei prezzi di uno strumento. Se il prezzo di uno strumento è aumentato per un periodo di tempo, il mercato sta vivendo un trend rialzista. Allo stesso modo, se il prezzo è diminuito nel corso di un periodo di tempo, il mercato sta vivendo una tendenza al ribasso. Se, tuttavia, il prezzo è fluttuante all'interno di una fascia ristretta, senza un chiaro trend al rialzo o una tendenza al ribasso, allora si dice che il mercato stia variando.

Seguendo la tendenza è una delle strategie di trading più popolari. La regola fondamentale è seguire sempre la tendenza e non negoziare mai contro di essa. Ciò significa che quando il prezzo è in aumento, è necessario acquistare lo strumento, aspettandosi che continui la sua tendenza accanto alla maggior parte dei partecipanti al mercato. A volte, l'andamento della valuta e dei mercati azionari dura a lungo, persino anni.

L'analisi tecnica è uno degli strumenti utilizzati dai trader per anticipare i movimenti dei prezzi. Si basa su dati passati e utilizza tre principi di base:

- il prezzo mostra tutto; si ritiene che tutto il fabbisogno del commerciante sia il prezzo e tutte le altre informazioni siano ignorate.

- c'è una tendenza nei movimenti dei prezzi. Una volta stabilita una tendenza, si ritiene che i movimenti dei prezzi futuri seguiranno più probabilmente, piuttosto che andare contro, la tendenza.

- storicamente, tutto si ripete ancora e ancora. Secondo la psicologia del mercato, è probabile che gli operatori rispondano allo stesso modo quando vengono presentati con condizioni di mercato simili.

Ciò significa che gli operatori devono disporre di informazioni di base sul modo in cui il prezzo di uno strumento ha subito fluttuazioni nel tempo al fine di proiettare i movimenti futuri. In breve, l'analisi tecnica si concentra sull'interpretazione dei grafici e la convinzione di fondo è che i movimenti del mercato seguano una logica predeterminata con schemi ricorrenti.

Grafici

Le carte sono fondamentali per l'analisi tecnica e riflettono i movimenti di prezzo di uno strumento finanziario per un periodo di tempo. L'asse x orizzontale mostra il tempo, mentre l'asse y verticale mostra il prezzo. Pertanto, ogni punto del movimento del prezzo ha due caratteristiche: il valore del prezzo e il momento in cui è stato raggiunto. Questo è il motivo per cui è così importante per i trader essere in grado di utilizzare i grafici in modo efficiente.

periodi

L'intervallo di tempo utilizzato per visualizzare le informazioni sul grafico cambierà in base al periodo di tempo selezionato. Naturalmente, ogni periodo di tempo riflette i movimenti dei prezzi per un certo periodo. Il periodo di tempo minimo è un minuto, il che significa che ogni elemento del grafico contiene informazioni sui prezzi per il rispettivo minuto. Gli altri periodi di tempo sono 5, 15, 30 minuti, 1 o 4 ore, un giorno e una settimana. Più lungo è il periodo di tempo, più informazioni saranno visualizzate sullo schermo.

Di solito, il periodo che scegli di fare la tua analisi dipende da quanto tempo ti aspetti di mantenere la posizione, cioè se lavori a lungo, medio o breve termine. Se si prevede di mantenere le posizioni aperte per un periodo di tempo più lungo, è consigliabile utilizzare i grafici di quattro ore, giornalieri o settimanali. Se, tuttavia, preferisci una strategia di investimento più rischiosa e desideri entrare ed uscire rapidamente dal mercato, la tua analisi si baserebbe, di norma, su grafici di 5 minuti, 30 minuti o ogni ora.

Tipi di grafici

Esistono diversi tipi di grafici: grafici a linee, grafici a barre e il grafico più utilizzato, il candelabro giapponese.

Grafico a linee

Il primo, e di gran lunga il tipo più semplice, è il grafico a linee. Visualizza i prezzi di chiusura, che alcuni operatori ritengono essere l'informazione più importante, per ciascun periodo di tempo, interconnessi per formare una linea continua. Ad esempio, quando si utilizzano intervalli di 10 minuti, per formare il grafico verrà utilizzato il prezzo di chiusura alla fine di ogni sezione di 10 minuti. Sebbene semplice, un grafico a linee offre ai trader un'idea generale di come il prezzo si è spostato nel tempo.

Grafico a barre

I grafici a barre sono un altro tipo di grafico ampiamente utilizzato. Sono in gran parte identici ai candelabri giapponesi, ma differiscono visivamente. Non hanno corpi, ma minuscole linee orizzontali che rappresentano i prezzi di apertura e chiusura del periodo. Il prezzo di apertura è sul lato sinistro del bar, mentre il prezzo di chiusura è sulla destra. Un grafico a barre fornisce molte più informazioni rispetto al grafico a linee; tuttavia, i candelabri giapponesi sono molto più usati.

Candelabri giapponesi

Questo tipo di grafico è composto da singoli elementi, noti come "candele". Ogni candela contiene informazioni sui prezzi di apertura e di chiusura, nonché sui livelli più alti e più bassi raggiunti durante il periodo di tempo selezionato. Se il prezzo è aumentato nel tempo, la candela sarà verde. Se è caduto, la candela sarà rossa.

Ogni candela è fatta di un corpo e delle ombre, conosciute anche come code. Il corpo visualizza i prezzi di apertura e di chiusura, mentre le ombre riflettono i prezzi più alti e più bassi raggiunti. Le candele visualizzano le informazioni per un intervallo di tempo specificato. Se il tuo periodo di tempo scelto è un giorno, ogni candela rappresenta il movimento del prezzo su un giorno; allo stesso modo, se si seleziona un'ora, ogni candela corrisponde a un periodo di 60 minuti.

Generalmente si presume che più lungo è il corpo della candela, maggiore è il movimento dei prezzi e maggiore è la pressione di acquisto o vendita. Allo stesso modo, le candele corte indicano solo un piccolo movimento.

I grafici giapponesi Candlestick sono la forma più utilizzata di analisi tecnica. Ciò è dovuto al fatto che forniscono molte più informazioni sullo spostamento dei prezzi di uno strumento rispetto a un grafico a linee e formano varie forme che possono essere utilizzate per prevedere il movimento del mercato.

In conclusione, si può affermare che le candele forniscono una rappresentazione visiva unica delle dinamiche del mercato, facilitando così l'interpretazione delle informazioni relative ai prezzi.

Poiché una delle regole fondamentali dell'analisi tecnica è che la storia si ripete, non sorprende osservare modelli di prezzi ricorrenti o "cifre". Si ritiene che l'aspetto delle figure implichi un movimento nel mercato. A grandi linee, ci sono due tipi di figure - quelle che portano a un'inversione nella direzione del mercato, e quelle che confermano la tendenza e supportano il suo movimento.

Ci sono alcune regole di base riguardo alle figure:

• Prima di formare qualsiasi figura, dovrebbe essere preceduta da una tendenza chiaramente definita;
• Più la figura è grande e più chiaramente definita, maggiore è il potenziale del movimento imminente;
• Il primo e più comune segnale che una figura si formerà è la rottura di un importante livello di supporto o resistenza;
• Le figure formate al picco di un movimento sono generalmente più brevi nel tempo e più volatili rispetto alle figure che si formano in basso;
• Le figure formate nella parte inferiore di una tendenza di solito si estendono su una fascia di prezzo inferiore e richiedono molto più tempo per formare le figure che si formano al picco del movimento.

Modelli di inversione

Testa e spalle

La figura più famosa nell'analisi tecnica, e anche la più difficile da formare, è la formazione "testa e spalle". Come suggerisce il nome, la figura stessa sembra una testa e un paio di spalle; consiste di tre picchi, la testa è il più alto dei tre, con le due spalle su entrambi i lati, anche se non è necessario che le spalle si trovino esattamente allo stesso livello. La linea di fondo della figura è conosciuta come la linea del collo.

Di solito, la formazione della testa e delle spalle si verifica durante un movimento verso l'alto e il suo aspetto segnala un'inversione nel mercato. I commercianti di solito vendono una volta che il livello dei prezzi raggiunge il collo. In questa situazione, un ordine Take Profit deve essere posizionato ad una distanza uguale alla distanza tra il punto più alto della testa e il collo. Per limitare le potenziali perdite, uno Stop Loss dovrebbe essere posizionato ad un livello uguale al punto più alto della seconda spalla.

In rari casi, è anche possibile sperimentare una figura di testa e spalle in una tendenza al ribasso. Questo è noto come una "testa e spalle invertita", poiché punta verso il basso piuttosto che verso l'alto. Una testa e spalle invertite sono considerate un segnale da acquistare, e dove posizioni l'ordine Take Profit e Stop Loss dovrebbe essere determinato allo stesso modo di una normale testa e spalle, anche se al contrario.

Doppia cima / doppio fondo

Queste cifre si verificano relativamente frequentemente e si formano durante i movimenti dei prezzi sia verso l'alto che verso il basso. Le figure superiori sono identiche; la doppia cima consiste di due picchi consecutivi in una tendenza al rialzo, e la doppia parte inferiore consiste di due minimi consecutivi in una tendenza al ribasso.

Una doppia sommità assomiglia alla lettera M. Si forma durante un movimento ascendente quando il prezzo incontra il livello di resistenza ma non riesce a sfondare, formando il primo picco. Nel suo prossimo rialzo non riesce ancora a superare il livello di resistenza, creando il secondo picco. Le due vette mostrano che il potere degli acquirenti è stato completamente esaurito. Questo è un modello abbastanza comune ed è altamente affidabile.

Le regole per il trading riguardanti i doppi sono esattamente le stesse di quelle per la testa e le spalle. Una posizione corta dovrebbe essere inserita solo quando il livello di supporto è stato rotto. Normalmente, il Take Profit deve essere uguale alla distanza tra i livelli di supporto e resistenza. È consigliabile posizionare uno stop loss appena sopra il livello di supporto; come una volta rotto, diventerà un livello di resistenza.

Un doppio fondo si forma durante una tendenza al ribasso e assomiglia alla lettera W. Le linee di supporto e resistenza sono invertite, ma le regole per le posizioni di apertura sono le stesse del doppio piano. L'unica eccezione è che la posizione sarà lunga piuttosto che breve.

Tripla cima / triplo fondo

Questa figura è una combinazione dei due precedenti: testa e spalle e doppia sommità / doppio fondo. È, in effetti, un tipo di formazione di testa e spalle con l'eccezione che tutti i picchi, o il fondo, si trovano all'incirca allo stesso livello. Se si verifica, anche se raramente si vede, si dovrebbero usare le stesse regole di quando si ha a che fare con doppi apici e doppi bottoms.

Modelli di continuazione,

Triangolo

Una delle figure più comuni per segnalare che una tendenza continuerà è il cosiddetto "triangolo". Esistono tre tipi di triangolo: simmetrico, ascendente e discendente. Ognuno ha una forma specifica e segnala i successivi movimenti di prezzo. La figura stessa è formata da due linee di tendenza convergenti in un punto, formando così un triangolo.

Un triangolo simmetrico è costituito da due linee di tendenza che si inclinano con un angolo quasi identico, anche se in direzioni diverse. In generale, un triangolo simmetrico indica che non esiste una direzione chiara, il che significa che il prezzo potrebbe salire o scendere. Poiché per disegnare una linea di tendenza occorrono almeno due punti, per formare un triangolo sono necessari almeno quattro: due per formare il livello di supporto e due per formare il livello di resistenza.

I triangoli sono speciali perché hanno una data di scadenza: il punto in cui le due linee di tendenza si fondono. Dopo questo punto, si ritiene che la figura sia stata formata e che la tendenza riprenda la direzione presente prima che il triangolo si formi. Nel momento in cui le due linee di tendenza si incontrano, la tendenza al rialzo riprende.

La regola generale è che questo movimento continuerà per un periodo che è lungo quanto la larghezza della base verticale del triangolo. Molti commercianti acquistano nel punto in cui le due linee si fondono, sperando di capitalizzare la tendenza al rialzo prevista. La situazione è la stessa in una tendenza al ribasso. Dopo che un triangolo simmetrico si forma, il declino si approfondirà e corrisponderà almeno alla lunghezza della base del triangolo.

Altre varianti sono i triangoli ascendente e discendente. Come suggeriscono i nomi, un triangolo ascendente indica un aumento di prezzo, mentre un triangolo discendente indica un calo di prezzo.

Bandiera

La bandiera è un'altra figura comune che può servire a confermare la direzione della tendenza. Una bandiera consiste in una serie di movimenti di prezzo all'interno di un intervallo ristretto, senza una direzione chiara. Questi si verificano normalmente dopo un brusco aumento o diminuzione del prezzo di uno strumento.

La bandiera consiste di due linee parallele, che sono rispettivamente i livelli di supporto e resistenza. Poiché le bandiere sono causate da una grande fluttuazione nel prezzo di uno strumento, hanno anche un pennone.

È importante notare che le bandiere sono un fenomeno relativamente a breve termine. In una fase di ripresa, una volta che il prezzo supera il livello di resistenza, la formazione è completa e il prezzo dovrebbe continuare a salire. Questo è, quindi, il momento in cui dovresti entrare nel mercato. Dopo che il prezzo ha superato il livello di resistenza, ci si può aspettare un aumento del prezzo pari almeno alla dimensione del pennone. È inoltre consigliabile inserire uno Stop Loss a livello di supporto per limitare eventuali perdite potenziali.

Allo stesso modo, se la bandiera si forma durante una tendenza al ribasso, allora dovresti entrare nel mercato quando il prezzo si rompe sotto il livello di supporto, cioè quando una barra si chiude sotto di essa. Il tuo ordine Take Profit dovrebbe essere determinato dalla lunghezza del pennone, mentre il tuo Stop Loss dovrebbe essere posizionato al livello di resistenza.

In generale, gli indicatori rappresentano una rappresentazione matematica dei prezzi degli strumenti finanziari in periodi passati, utilizzati per prevedere i futuri movimenti di prezzo e fornire segnali per entrare e uscire dal mercato.

Esistono tre gruppi principali di indicatori:

- Indicatori di tendenza
- Oscillatori
- Indicatori di volatilità

Indicatori di tendenza

Questo gruppo di indicatori, come suggerisce il nome, fornisce le migliori prove per la presenza di una tendenza. Gli indicatori più comunemente utilizzati di questo tipo sono le medie mobili, che attenuano le fluttuazioni al fine di determinare la direzione della tendenza. Gli indicatori di tendenza non sono adatti per l'uso quando il mercato sta andando, in quanto possono fornire falsi segnali quando un mercato sta andando.

Simple Moving Average (SMA)

La media mobile semplice è l'indicatore più comunemente usato e più affidabile. È una curva che viene posizionata sopra il grafico dei prezzi ed è formata dalla media delle informazioni sui prezzi per un periodo di tempo. Gli operatori che preferiscono seguire movimenti di prezzo a breve termine in genere selezionano un periodo di tempo più breve, ad es. 7 giorni. L'informazione di quel periodo di tempo viene quindi calcolata come media per formare una curva uniforme. Quando viene utilizzato un breve periodo di tempo, l'indicatore è noto come media mobile veloce. Tuttavia, i commercianti che preferiscono mantenere le loro posizioni aperte per giorni o anche settimane, di solito preferiscono un periodo di tempo più lungo, ad es. 21 giorni e in questi casi l'indicatore è noto come media mobile lenta.

Lo svantaggio principale della media mobile semplice è che il calcolo si basa su un numero fisso di punti di prezzo passati e, pertanto, non tiene conto di tutti gli aspetti del prezzo di uno strumento. Una SMA attribuisce anche lo stesso peso a tutti i punti di prezzo utilizzati nel calcolo, il che significa che i prezzi nel passato sono considerati importanti come i prezzi recenti.

Questo tipo di media mobile è meno sensibile alle variazioni di prezzo. I segnali che fornisce sono anche più affidabili di quelli di altri tipi di media mobile, sebbene si verifichino in seguito. Poiché la SMA è basata su informazioni passate, i segnali si verificano dopo l'effettivo movimento del grafico, il che significa che potresti perdere l'inizio di una nuova tendenza.

Moving Average Convergence / Divergence (MACD)

Il MACD è un indicatore che può essere utilizzato in entrambi i mercati di tendenza e di gamma. Come indicatore di tendenza, dà un segnale ritardato e conferma l'esistenza di una nuova tendenza o la fine di una vecchia. Questo indicatore è composto dai seguenti elementi:

1. Linea MACD: la curva MACD è formata da due medie mobili, ad es. ЕМА12 e ЕМА26. La differenza tra le due medie mobili crea la linea MACD, che viene applicata alla tabella degli indicatori.

2. Linea zero: questa è la linea orizzontale sulla tabella degli indicatori. Quando la linea MACD è sopra la linea zero, c'è un trend al rialzo. Viceversa, quando il MACD è sotto la linea zero, c'è una tendenza al ribasso. Più lontana è la linea MACD dalla linea zero, maggiore è la differenza tra le due medie mobili. Quando la media in rapido movimento incrocia la media a movimento lento dall'alto verso il basso, il MACD attraversa la linea dello zero nello stesso modo, che è un segnale da vendere.

Tuttavia, quando la media in rapido movimento incrocia la media a movimento lento dal basso verso l'alto, il MACD attraversa la linea dello zero nello stesso modo, che è un segnale da acquistare.

3. Linea di segnale / linea di trigger - questo è molto spesso un EMA9 formato dalla curva MACD. Quando il MACD attraversa la linea di innesco dall'alto verso il basso, c'è un segnale di vendita (che precede quello del punto 2). Tuttavia, quando il MACD attraversa la linea del segnale dal basso verso l'alto, c'è un segnale di acquisto. Questo segnale appare poco prima di quelli descritti nel punto precedente.

4. Istogramma: l'istogramma è costituito da una serie di barre situate sopra e sotto la linea zero. Rappresenta la differenza tra il MACD e la linea del segnale; maggiore è la differenza tra i due, maggiori sono le barre sull'istogramma. Viceversa, minore è la differenza tra il MACD e la linea del segnale, minori sono le barre sull'istogramma.

Oscillatori

Questi indicatori sono piuttosto inefficienti all'emergere di una tendenza, ma diventano molto utili verso la fine. Tutti gli oscillatori mostrano i livelli a cui uno strumento è considerato ipercomprato o ipervenduto e sono posti sotto la tabella dei prezzi. Consistono in una scala e una curva che fluttua tra i livelli di ipercomprato e ipervenduto. Se l'indicatore raggiunge uno di questi livelli, la tendenza si indebolirà. È quindi importante cercare eventuali discrepanze tra l'oscillatore e i segnali dalla tabella dei prezzi prima di aprire una posizione. Per questo motivo, gli oscillatori vengono normalmente utilizzati insieme ad altri indicatori al fine di evitare falsi segnali.

Relative Strength Index (RSI)

L'indice di forza relativa utilizza lo stesso principio di tutti gli oscillatori. Ha una scala da 0 a 100 e una curva che oscilla da qualche parte tra questi due numeri. I due numeri più importanti sulla RSI sono 30 e 70.

Quando la curva supera 70, lo strumento è considerato ipercomprato. Quando la curva scende di nuovo sotto i 70, dovresti vendere. L'opposto è vero quando la curva scende al di sotto di 30. Ciò significa che lo strumento è considerato ipervenduto e quando la curva supera ancora il 30, dovresti comprare.

Indicatori di volatilità

Bande di Bollinger

Le bande di Bollinger sono costituite da tre linee: una media mobile semplice, in media in media gli ultimi 20 periodi di tempo e due linee, ognuna delle due deviazioni standard dalla SMA. Le linee divergono durante i periodi di volatilità dei prezzi e si avvicinano quando i prezzi sono più stabili. I movimenti improvvisi del mercato sono solitamente preceduti da un periodo in cui le bande sono molto vicine tra loro. Quando il mercato sta andando, se il prezzo rimbalza su una linea, di solito si muove verso l'altro e raggiunge l'altro.

I movimenti dei prezzi al di fuori delle bande indicano una forte tendenza e indicano che il prezzo continuerà a muoversi in quella direzione. Questi indicatori aiutano a determinare quando la tendenza attuale continuerà, cioè quando il volume aumenta. Quando il volume diminuisce, la tendenza attuale sta volgendo al termine e presto sarà invertita.

Forex (coppie di valute)

Sul mercato FOREX, le valute sono sempre scambiate in coppia: euro / dollaro (EUR / USD), dollaro / yen (USD / JPY), euro / sterlina (EUR / GBP), ecc. Ogni coppia di valute comprende una base e una quotare valuta. La prima valuta di ogni coppia è conosciuta come valuta di base, mentre la seconda valuta è conosciuta come valuta di quotazione.

È importante notare che ogni volta che acquisti una valuta, ne vendi contemporaneamente l'altra. Ad esempio, se prevedi un aumento del prezzo dell'euro, dovresti acquistare la coppia di valute EUR / USD o qualsiasi altra coppia in cui l'euro è la valuta di base. Tuttavia, se prevedi che l'euro cali, dovresti vendere EUR / USD, o qualsiasi altra coppia di valute in cui l'euro è la valuta di base.

Nei tassi di cambio, la valuta del preventivo mostra quanto è necessario per acquistare o vendere un'unità della valuta di base. Le transazioni vengono sempre eseguite nella valuta del preventivo. Ad esempio, se il tasso di cambio GBP / USD è 1.3405, per acquistare o vendere 1.000 GBP, avrai bisogno di $ 1340.50.

L'apertura di una nuova posizione comporta sempre l'acquisto di una valuta e la vendita dell'altra. Se prevedi che il dollaro USA aumenti rispetto all'euro, dovresti vendere una determinata quantità della coppia EUR / USD, perché si ritiene che il dollaro sia più forte dell'euro, il che avrebbe un effetto negativo sulla coppia valutaria.

Esiste un elevato numero di coppie di valute, ma le principali e più scambiate sono: EUR / USD, GBP / USD, USD / JPY, AUD / USD, USD / CAD, NZD / USD e USD / CHF. Le coppie di valute hanno diversa liquidità; il più scambiato e, quindi, il più liquido è senza dubbio EUR / USD, seguito da USD / JPY e GBP / USD. Il dollaro statunitense è coinvolto in ciascuna delle sette coppie valutarie più scambiate ed è, di gran lunga, la valuta più popolare al mondo.

Ogni abbreviazione di tre lettere denota una valuta particolare. Le prime due lettere indicano il nome del paese e il terzo è il nome della valuta.

EUR - Euro
AUD - Dollaro australiano
CAD – dollaro canadese
JPY – yen Giapponese
NZD – Dollaro neozelandese
GBP – sterlina Inglese
CHF – Franco svizzero

COMMODITIES

Le quattro categorie di prodotti di scambio includono:
Energia (inclusi petrolio greggio, olio combustibile, gas naturale e benzina)
Metalli (inclusi oro, argento, platino e rame)
Bestiame e carne (inclusi maiali magri, ventri di maiale, bestiame vivo e bestiame da ingrasso)
Agricoli (compresi mais, soia, grano, riso, cacao, caffè, cotone e zucchero)

INDICI

Il Dow

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) è uno degli indici più vecchi, più conosciuti e più usati al mondo. Comprende le azioni di 30 delle più grandi e più influenti società negli Stati Uniti. Il DJIA è noto come indice ponderato in base al prezzo. Inizialmente è stato calcolato sommando il prezzo per azione delle azioni di ciascuna società nell'indice e dividendo questa somma in base al numero di società: ecco perché si chiama una media. Sfortunatamente, non è più così semplice da calcolare. Nel corso degli anni, scissioni di azioni, spin-off e altri eventi hanno portato a cambiamenti nel divisore, rendendolo un numero molto piccolo (meno di 0,2).

Il DJIA rappresenta circa un quarto del valore dell'intero mercato azionario degli Stati Uniti, ma una variazione percentuale del Dow non dovrebbe essere interpretata come un'indicazione precisa che l'intero mercato è sceso dello stesso punto percentuale. Ciò è dovuto alla funzione ponderata in base al prezzo di Dow. Il problema di base è che una variazione di $ 1 nel prezzo di un titolo di $ 120 nell'indice avrà lo stesso effetto sul DJIA come una variazione di $ 1 nel prezzo di uno stock di $ 20, anche se uno stock potrebbe essere cambiato dello 0,8% e il altro del 5%.

Un cambiamento nel Dow rappresenta cambiamenti nelle aspettative degli investitori sui guadagni e sui rischi delle grandi aziende incluse nella media. Poiché l'atteggiamento generale nei confronti delle azioni a larga capitalizzazione spesso differisce dall'atteggiamento nei confronti di titoli a bassa capitalizzazione, titoli internazionali o titoli tecnologici, il Dow non dovrebbe essere utilizzato per rappresentare il sentimento in altre aree del mercato. D'altra parte, poiché il Dow è composto da alcune delle più note società negli Stati Uniti, ampie oscillazioni in questo indice corrispondono generalmente al movimento dell'intero mercato, sebbene non necessariamente sulla stessa scala.

L'S & P 500

L'indice azionario 500 Standard & Poor's è un indice più ampio e diversificato rispetto al DJIA. Costituito da 500 delle azioni più quotate negli Stati Uniti, rappresenta circa il 70% del valore totale dei mercati azionari statunitensi. In generale, l'indice S & P 500 fornisce una buona indicazione del movimento nel mercato degli Stati Uniti nel suo complesso.

Poiché l'indice S & P 500 è ponderato in base al mercato (noto anche come ponderazione della capitalizzazione), ogni azione nell'indice è rappresentata in proporzione alla sua capitalizzazione di mercato totale. In altre parole, se il valore di mercato totale di tutte le 500 società dello S & P 500 scende del 10%, anche il valore dell'indice diminuisce del 10%. Un movimento del 10% in tutti gli stock nel DJIA, al contrario, non necessariamente causerebbe un cambiamento del 10% nell'indice. Molte persone considerano la ponderazione del mercato utilizzata nell'S & P 500 come una misura migliore del movimento del mercato perché due portafogli possono essere confrontati più facilmente quando i cambiamenti sono misurati in percentuali piuttosto che in dollari.

L'indice S & P 500 comprende aziende in diversi settori, tra cui energia, industria, informatica, sanità, finanza e beni di prima necessità.

L'indice composito del Nasdaq

La maggior parte degli investitori sa che il Nasdaq è lo scambio su cui vengono scambiati i titoli tecnologici. Il Nasdaq Composite Index è un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato di tutti i titoli negoziati sulla borsa del Nasdaq. Questo indice include alcune società che non hanno sede negli Stati Uniti. Sebbene questo indice sia noto per la sua ampia porzione di titoli tecnologici, il Nasdaq Composite comprende anche titoli delle industrie finanziarie, industriali, assicurative e dei trasporti, tra gli altri. Il Nasdaq Composite comprende grandi e piccole imprese ma, a differenza di Dow e S & P 500, include anche molte società speculative con piccole capitalizzazioni di mercato. Di conseguenza, il suo movimento indica generalmente le prestazioni del settore tecnologico e l'atteggiamento degli investitori nei confronti di titoli più speculativi.

Il Wilshire 5000

Il Wilshire 5000 viene talvolta chiamato "indice di borsa totale" o "indice di mercato totale" perché quasi tutte le società quotate in borsa con sede negli Stati Uniti che hanno dati di prezzo facilmente disponibili sono incluse nel Wilshire 5000. Finalizzato nel 1974, questo indice è estremamente diversificato, compresi gli stock di ogni settore. Sebbene rappresenti una misura quasi perfetta dell'intero mercato statunitense, il Wilshire 5000 viene riferito meno spesso rispetto all'S & P 500 meno completo quando le persone parlano dell'intero mercato.

Il Russell 2000

Il Russell 2000 è un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato delle 2000 più piccole azioni del Russell 3000, un indice delle 3000 maggiori società quotate in Borsa, basate sulla capitalizzazione di mercato, nel mercato azionario statunitense. L'indice Russell 2000 ha guadagnato popolarità negli anni '90, quando gli stock a bassa capitalizzazione sono aumentati e gli investitori hanno trasferito più denaro nel settore. Il Russell 2000 è l'indicatore più conosciuto delle prestazioni giornaliere delle piccole imprese sul mercato; non è dominato da una singola industria.

La linea di fondo

È bello sapere che cosa succede nei molti diversi segmenti degli Stati Uniti e dei mercati internazionali. Se scegli un solo indice, o mercato, di cui parlare, tuttavia, non puoi sbagliare con l'S & P 500, che offre una buona indicazione dei movimenti nel mercato degli Stati Uniti in generale. Osservando gli indici e tenendo traccia dei loro movimenti nel tempo, è possibile ottenere un buon controllo sull'atteggiamento generale del pubblico investitore nei confronti delle aziende di tutte le dimensioni e di diversi settori.

Ordini di mercato e ordini pendenti

Con un ordine di mercato, è possibile acquistare o vendere al prezzo corrente di uno strumento e la transazione viene immediatamente eseguita. Ciò comporta passare tempo, a volte anche giorni, monitorando i movimenti dei prezzi e aspettando il momento in cui viene raggiunto il prezzo desiderato.

Gli ordini pendenti, come suggerisce il nome, sono ordini la cui esecuzione è ritardata fino al raggiungimento di un prezzo predeterminato. I due principali vantaggi degli Ordini Pending rispetto agli Ordini di Mercato sono che consentono una maggiore flessibilità di trading (non è necessario attendere il raggiungimento del prezzo per effettuare un ordine) e che sono uno strumento di gestione del rischio molto più efficace. Dopo aver analizzato il mercato, puoi inserire il tuo Ordine in attesa sapendo che verrà eseguito automaticamente al prezzo desiderato.

Gli ordini pendenti possono essere utilizzati in una varietà di situazioni diverse; ad esempio, per chiudere una posizione già aperta, per aprire una nuova posizione o per modificare la quantità di una posizione esistente.

Stop / Limit ordini

Qual è la differenza tra gli ordini Stop e Limit?

Un Ordine Stop è un tipo di Ordine in sospeso posto nella direzione del movimento del prezzo (da acquistare quando il prezzo sale o vende quando il prezzo scende). Un Ordine Limitato funziona allo stesso modo, ma esegue la transazione inversa - vende quando il prezzo aumenta o acquista quando il prezzo scende.

Utilizzando gli ordini Stop / Limit per aprire una posizione

Se, in base alla tua analisi di mercato, decidi che uno strumento è suscettibile di aumentare di prezzo oltre il suo livello di resistenza, devi quindi effettuare un ordine pendente da acquistare a questo prezzo; questo è noto nel settore come "Entry Stop". Pertanto, non è più necessario attendere davanti al computer per aprire una posizione al prezzo desiderato. Quando si attiva la fermata di ingresso, si avrà una posizione lunga aperta. Anche se a un prezzo leggermente più alto, sarà un investimento più sicuro, poiché la tua analisi avrà confermato la tendenza al rialzo.

Se, tuttavia, la tua analisi indica che il livello di resistenza si manterrà e ti aspetti che il prezzo rimbalzi, dovresti utilizzare un Ordine Limite noto come "Limite di Entrata". Quando si raggiunge il livello di resistenza, si avrà una posizione corta aperta e, a causa dell'ingresso nel mercato a un prezzo superiore a quello attuale, si sarà in una buona posizione per guadagnare mentre il prezzo rimbalza.

Lo stesso è vero quando il prezzo scende. Se credi che uno strumento cadrà al di sotto del suo livello di supporto, dovresti utilizzare una fermata di ingresso al livello di supporto. Sebbene tu abbia già perso parte del declino dello strumento, è comunque possibile trarre profitto dalla tua posizione short aperta, fornendo la tua analisi corretta e il prezzo dello strumento scende al di sotto del suo livello di supporto.

Se, tuttavia, l'analisi suggerisce che il livello di supporto verrà mantenuto e il prezzo presto aumenterà nuovamente, quindi utilizzare un limite di entrata impostato a livello di supporto. Ciò determinerà l'apertura di una posizione lunga quando verrà raggiunto il livello di supporto e trarrai profitto dal momento che il prezzo si allontana dal suo livello di supporto.

Se si prevede un aumento del prezzo di uno strumento e, pertanto, si decide di acquistarlo, è una strategia ragionevole utilizzare un ordine di arresto al fine di minimizzare le perdite. Puoi piazzare uno Stop Order conosciuto come "Stop-Loss" ad una certa distanza al di sotto del prezzo dello strumento, che venderà lo strumento nel caso in cui il mercato dovesse andare contro di te e il prezzo scenderà al prezzo che hai fissato. È anche possibile utilizzare un Ordine limite noto come "Take Profit" per vendere lo strumento quando viene raggiunto un prezzo impostato superiore al suo valore corrente. Questo approccio viene utilizzato dai trader per bloccare i profitti prima che il mercato si muova nuovamente.

Se vendi uno strumento, lo "Stop Loss" sarà un prezzo superiore al prezzo corrente dello strumento, in quanto desideri che la caduta continui in modo da poter trarre profitto. Allo stesso modo, quando si vende uno strumento, il prezzo 'Take Profit' sarà inferiore al prezzo di apertura per garantire che il profitto desiderato sia ottenuto al diminuire del prezzo.

Trailing Stop

L'ultimo tipo di ordine in sospeso che può essere inserito è un Trailing Stop. Un Trailing Stop pone uno Stop Loss ad una certa distanza dal prezzo dello strumento. Questa fermata segue i movimenti del mercato. Se il mercato si muove nella direzione desiderata, il Trailing Stop segue automaticamente il prezzo dello strumento, alla distanza impostata. Tuttavia, se il mercato si muove contro di te, il Trailing Stop rimane fermo e non si muove.

Diciamo che compri oro, aspettandoti che il suo prezzo aumenti. Un Trailing Stop dovrebbe quindi essere posizionato ad una certa distanza al di sotto del prezzo corrente. Quando il prezzo sale, il Trailing Stop si sposta verso l'alto con il prezzo. Se il prezzo inizia a diminuire, il Trailing Stop rimarrà al prezzo più alto raggiunto prima dell'inizio del declino. Se il movimento verso l'alto è uguale alla distanza impostata, la posizione sarà, nella peggiore delle ipotesi, chiusa con profitto zero. Da qui, il prezzo potrebbe continuare a salire o scendere ulteriormente. Nel primo caso, quando la distanza tra il Trailing Stop e il prezzo è uguale alla distanza inizialmente impostata, il Trailing Stop riprenderà a salire verso l'alto. Tuttavia, se il prezzo continua a diminuire, la posizione verrà chiusa quando raggiunge il valore impostato dallo Stop.

Quando si vende uno strumento, il Trailing Stop verrà posizionato sopra, anziché sotto, il prezzo corrente, e rimarrà fermo quando il prezzo aumenta.

Come tutti gli altri tipi di ordini pendenti, i trailing stop sono un buon modo per mantenere la disciplina commerciale. Una volta posizionato, non devi preoccuparti della tua posizione, poiché verrà eseguita nelle condizioni ottimali impostate in base all'analisi.